63+36 roses, 2007
Action, Historical Park of Mount Sole, Marzabotto, Bologna, Italy

 

On my last year of university at the Fine Art Academy of Bologna I was invited to a workshop held at the Historic Regional Park of Mount Sole where in 1944 hundreds of innocent people together with part of the Brigata Partigiana Stella Rossa were slain by Nazi soldiers. This incredible place and the recounts of survived from 1944's events brought me to investigate the hill with a time based action.

I established my base at the top of the hill as a ‘waiting point’ and the bushes, not in bloom, at the bottom of the hill as an arrival point. Those who happen to spontaneously approach my spot on the hill were given a rose: if they agreed to come with me, they followed me walking to a thorny hedge at the bottom of the hill where they will then be asked to toss or plant or place their rose. After this action I was walking back till my waiting point.

Performance duration was from 1pm until 7pm
63 red roses, 36 white roses, 99 numbered leaves bearing the message “follow me” in ink on tissue paper

 

63+36 roses, 2007. Photographic documentation by Gianni Gosdan and screenshot from video documentation, April 25, 2007. Historical Park of Monte Sole, Marzabotto, Bologna, Italy.

63+36 ROSE (2007)

Azione dalle ore 13 alle ore 19; 25 aprile 2007
Parco Storico di Monte Sole, Marzabotto (Bologna)

Durante il mio ultimo anno di studi all’Accademia di Belle Arti di Bologna sono stata invitata ad un workshop, che si teneva presso il Parco storico di Monte Sole a Marzabotto dove nel 1944 centinaia di civili insieme alla Brigata Partigiana Stella Rossa vennero assassinati da soldati nazisti. Questa montagna incredibile e il racconto di chi invece è sopravvissuto agli eventi del ’44 mi hanno portata a investigare il pendio circostante il rifugio con un’azione artistica.

Base: sommità della collina
Arrivo: rovi non fioriti alla base della collina.
63 rose rosse 36 rose bianche 99
fogli numerati recanti la scritta “seguimi” ad inchiostro su carta velina

Azione: chi si avvicina spontaneamente alla mia postazione, viene munito di rosa e di foglio. Se accetta di seguirmi, viene con me fino alla base della collina verso una siepe spinata. Lì, è invitato a lanciare o piantare o appoggiare la rosa.